Category: Public Historian

The Italian Public History Manifesto

As we know, the social role of historians as experts and potential influencer of contemporary debates because of their knowledge of the past and their critical skills applied to original sources, is challenged today. This is what denounced in 2015 Jo Guldi and David Armitage in a Manifesto that has been widely commented worldwide and translated into Italian.

La Public History: innovazioni metodologiche e prospettive divulgative nella scienza storica. Una discussione nella rivista “Storia e Futuro”

SeF: Cominciamo da una semplice questione di definizione e di metodo: come definirebbe la Public History, tanto in positivo quanto in negativo? Cosa è, ma anche cosa “non è”, la Public History? […].

Per un ruolo attivo della “public history” nell’Unione Europea oggi

I cittadini europei si trovano ad affrontare una crisi globale del progetto politico ed istituzionale più importante del ventesimo secolo, quello dell’Unione Europea. Tuttavia, essi sono anche i diretti protagonisti di questa crisi di identità, che è anche crisi di conoscenza della storia e di un’agenda per una storia condivisa del travagliato passato europeo. Oggi, in alcuni paesi, soprattutto all’Est dell’Europa, è in corso una reinterpretazione del passato in chiave nazionalista e “patriottica” […]

Public History International. Beyond school? Comparative Perspectives, a Conference in Basel, October 2 – 3, 2015

Public History International. Beyond school? Comparative Perspectives (#phi2015) aims to explore and understand the ambiguous relationship between public history and history teaching from a variety of perspectives in a comparative way. In addition, the core authors of the Public History Weekly journal from all over the world will gather in Basel to introduce themselves in person to their readers.